<%@ Page Language="VB" ResponseEncoding="iso-8859-1" Inherits="AACPage" %> <%@ import Namespace="System.Data" %> <%@ import Namespace="System.Data.Oledb" %> <%@ import Namespace="System.Data.ODBC" %> <%@ Register TagPrefix="aac" TagName="header" Src="~/header.ascx" %> <%@ Register TagPrefix="aac" TagName="footer" Src="~/footer.ascx" %> <%@ Register TagPrefix="aac" TagName="telaioHeader" Src="~/service/include/telaio_header.ascx" %> <%@ Register TagPrefix="aac" TagName="telaioFooter" Src="~/service/include/telaio_footer.ascx" %> <%@ Register TagPrefix="aac" TagName="autoreFile" Src="~/service/include/autore_file.ascx" %> <%@ Register TagPrefix="aac" TagName="aggiornamenti" Src="~/service/include/aggiornamenti.ascx" %> <%@ Register TagPrefix="aac" TagName="ultimiPost" Src="~/forum/inc_ultimi_post.ascx" %> <%@ Register TagPrefix="aac" TagName="ultimiPost3" Src="~/forum/inc_ultimi_post_nuovo.ascx" %> <%@ Register TagPrefix="aac" TagName="aspect" Src="~/service/include/aspect.ascx" %> <%@ Register TagPrefix="aac" TagName="adsenseGenerator" Src="~/service/include/adsense_generator.ascx" %> <% 'Il controllo per il paging correntemente è registrato qua e là, ma andrebbe 'eliminato da tutte le parti e messo qui '<'%@ Register TagPrefix="aac" TagName="paging" Src="~/service/include/paging.ascx" %'> %> ArcadiA Club - L'androctonus australis <% sez_id = 42 immm = "animali" categoria = 11 #CONST aspect_asp = 0 forum_id_asp = "32" sc_asp = 1 %> <%-- --%>
 
- Androctonus australis -
 
ANIMALI NEL MONDO
IMMAGINE DESCRIZIONE

Androctonus australis
 


Androctonus australis

GRUPPO: invertebrati
ORDINE: scorpionidi
FAMIGLIA: butidi
GENERE: androctonus australis

PESO: 25 g
LUNGHEZZA: 10 cm

MATURITA' SESSUALE: da 6 mesi a 3 anni
RIPRODUZIONE: sconosciuto
PERIODO DI GESTAZIONE: 6 mesi
NUMERO DI PICCOLI: da 40 a 50
INTERVALLO FRA LE NASCITE: un anno

DIETA TIPICA: invertebrati (coleotteri, scarafaggi, ragni)
VITA MEDIA: 3-5 anni

CURIOSITA'


NOTE INTERESSANTI

  • Utilizza il pungiglione per difendersi e per paralizzare le prede che si dibattono.
  • Ha il veleno più potente della sua specie, quasi quanto quello del cobra.
  • È uno dei 50 scorpionidi pericolosi per l'uomo, infatti può ucciderne uno paralizzandone il cuore.
  • Negli U.S.A. e in Messico gli scorpioni fanno più vittime dei serpenti.
  • Babbuini e manguste si nutrono di questo animale privandolo del pungiglione con un morso o un colpo netto.

Habitat Comportamento

Habitat
Questa letale specie di scorpione vive nell'Africa nord-orientale e in Medio Oriente su monti dal clima secco, in piccole fenditure nella roccia oppure in buche profonde che scava anche per più di un metro in cui, a volte, si ritira per vari giorni. Purtroppo per noi la sua abitudine a stare in angoli bui e freddi fa sì che venga spesso a contatto con l'uomo, in casa sotto i tappeti, fra gli abiti e nei letti.
 

Comportamento
Questo animale passa le sue giornate alla ricerca di frescura e le notti nella sua occupazione principale: la caccia. È particolarmente aggressivo, attacca anche suoi simili per cibarsene; quando deve affrontare una preda questo scorpionide inarca la coda e drizza le chele, utilizzando il pungiglione come arma; come anche il serpente a sonagli, l'androctonus australis per avvisare i nemici del pericolo strofina tra loro due placche ruvide producendo la stridulazione, cioè un ronzio minaccioso.
 
Nutrimento Riproduzione

Nutrimento
Nonostante sappia muoversi velocemente preferisce tendere agguati alle prede delle quali riesce a percepire l'avvicinamento grazie a un paio di appendici o "pettini" che sono in grado di captare gli odori delle sostanze chimiche nell'aria da essi rilasciati. Lo scorpione necessita di molta acqua e quindi se si trova in una zona in cui è abbondante può sopravvivere a lungo senza mangiare.
 

Riproduzione
Il maschio prima di accoppiarsi deve imbonire la femmina (per evitare che lei lo uccida per cibarsene) con un rituale di corteggiamento: il maschio le tiene le chele e i due incrociano le code con cautela, così muovendosi lentamente e massaggiandole i palpi la addolcisce; fatto questo deposita lo sperma in una capsula e porta sopra di essa la femmina di modo che possa inserirla al suo interno. I piccoli alla nascita sono bianchicci e stanno sempre sulle spalle della madre, man mano che crescono cambiano il loro scheletro esterno, diventando sempre più grandi.
 
IMMAGINI E LINK
LISTA
<< INDIETRO