<%@ Page Language="VB" ResponseEncoding="iso-8859-1" Inherits="AACPage" %> <%@ import Namespace="System.Data" %> <%@ import Namespace="System.Data.Oledb" %> <%@ import Namespace="System.Data.ODBC" %> <%@ Register TagPrefix="aac" TagName="header" Src="~/header.ascx" %> <%@ Register TagPrefix="aac" TagName="footer" Src="~/footer.ascx" %> <%@ Register TagPrefix="aac" TagName="telaioHeader" Src="~/service/include/telaio_header.ascx" %> <%@ Register TagPrefix="aac" TagName="telaioFooter" Src="~/service/include/telaio_footer.ascx" %> <%@ Register TagPrefix="aac" TagName="autoreFile" Src="~/service/include/autore_file.ascx" %> <%@ Register TagPrefix="aac" TagName="aggiornamenti" Src="~/service/include/aggiornamenti.ascx" %> <%@ Register TagPrefix="aac" TagName="ultimiPost" Src="~/forum/inc_ultimi_post.ascx" %> <%@ Register TagPrefix="aac" TagName="ultimiPost3" Src="~/forum/inc_ultimi_post_nuovo.ascx" %> <%@ Register TagPrefix="aac" TagName="aspect" Src="~/service/include/aspect.ascx" %> <%@ Register TagPrefix="aac" TagName="adsenseGenerator" Src="~/service/include/adsense_generator.ascx" %> <% 'Il controllo per il paging correntemente Ŕ registrato qua e lÓ, ma andrebbe 'eliminato da tutte le parti e messo qui '<'%@ Register TagPrefix="aac" TagName="paging" Src="~/service/include/paging.ascx" %'> %> ArcadiA Club - Martha Milano <% sez_id = 19 immm = "moda_fashion" categoria = 5 #CONST aspect_asp = 0 forum_id_asp = "51" sc_asp = 1 %> <%-- --%>
 
- Martha Milano -
 
Scritto da: n/a
ARTICOLO

Immagine 1
 

Martha Milano
Abiti di oggi che riaffiorano dalla storia di ieri da comprare nelle Gallerie d'Arte

Oltre il vintage

Riedizioni di Dior, Balenciaga, Givenchy. Icone dello stile scelte con l'occhio della contemporaneitÓ. L'anima del progetto Martha.
Per attingere dalla storia della moda abiti preziosi di inconfondibile stile che l'hanno tracciata, e offrirli, come un regalo sbocciato dal tempo, alle donne della contemporaneitÓ. Il progetto Martha Milano, Ŕ allineato alle esigenze di quel pubblico femminile, pi¨ vasto di quanto si pensi, realmente desideroso di astrarsi dalla anonimitÓ degli abiti di serie. Una donna colta, raffinata, professionalmente attiva, che coltiva il sogno di entrare nella riedizione di un Chanel, Dior, Balenciaga ricostruito con serietÓ filologica. Reperti d'autore ispirati per questa collezione soprattutto agli anni '50, come l'abito ideato da Hubert de Givenchy perla figlia di Leon Tolstoj, che magicamente si forgiano sulle fattezze della donna d'oggi pur mantenendo tessuti, tagli, forme rigorosamente fedeli all'archetipo.

La collezione di Martha Milano e del suo team, un insieme di appassionati di storia del costume, sarti e attenti osservatori delle correnti estetiche moderne, si articola in pochi raffinati capi. Selezionati con cura, tenendo ben presenti le esigenze di mobilitÓ e dinamismo della donna d'oggi ma capaci di far riaffiorare la magia dei dettagli, dei ricami tracciati a mano, delle iniziali nascoste in cifre dietro la coltre delle fodere, delle lavorazioni a moulage dei grandi maestri del passato. Se non Ŕ possibile, infatti, riproporre in toto il New Look di Dior con le sue gonne a 40cm da terra per ragioni legate alla differenza di comportamenti, stili di vita e vincoli professionali, Ŕ invece realizzabile la ricerca di un pezzo che possa convivere con lo spirito di un'epoca diversa, pur recando con sÚ il sapore di un'opera d'arte intramontabile. Si tratta di un approccio "umanistico" alla moda e allo stile. La scelta di un percorso distributivo alternativo: gallerie d'arte, negozi d'antiquariato e modernariato, oppure punti vendita cosmopoliti, capaci di aggregare l'abito a un'offerta musicale, letteraria, di oggetti e suggestioni living.

Il target di Martha Milano Ŕ una donna che si muove in segmenti di alto profilo culturale: teatro, cinema, musei, viaggi con una percezione individualista e personale della moda. Ogni capo viene proposto come un, multiplo artistico d'autore, in edizione limitata e pezzi numerati, recando all'interno la scritta "in omaggio a..." seguita dal nome dell'artefice originario. Un gioiello, donato, a tutte le acquirenti, testimonia una cura per il dettaglio che si estende ai complementi dell'abito. Anche gli accessori e i bijoux della collezione replicano fedelmente quelli d'epoca. Questa, Ŕ la vera rivoluzione: abbinare a un paio di jeans una giacca d'antan identica alla numero uno, ma rivisitata per evitare gli inconvenienti morfologici e d'usura che registra il tempo, nella ricerca di una non solo formale perfezione, ma aprendo mille possibilitÓ interpretative a ciascuna donna.

 

<< INDIETRO