<%@ Page Language="VB" ResponseEncoding="iso-8859-1" Inherits="AACPage" %> <%@ import Namespace="System.Data" %> <%@ import Namespace="System.Data.Oledb" %> <%@ import Namespace="System.Data.ODBC" %> <%@ Register TagPrefix="aac" TagName="header" Src="~/header.ascx" %> <%@ Register TagPrefix="aac" TagName="footer" Src="~/footer.ascx" %> <%@ Register TagPrefix="aac" TagName="telaioHeader" Src="~/service/include/telaio_header.ascx" %> <%@ Register TagPrefix="aac" TagName="telaioFooter" Src="~/service/include/telaio_footer.ascx" %> <%@ Register TagPrefix="aac" TagName="autoreFile" Src="~/service/include/autore_file.ascx" %> <%@ Register TagPrefix="aac" TagName="aggiornamenti" Src="~/service/include/aggiornamenti.ascx" %> <%@ Register TagPrefix="aac" TagName="ultimiPost" Src="~/forum/inc_ultimi_post.ascx" %> <%@ Register TagPrefix="aac" TagName="ultimiPost3" Src="~/forum/inc_ultimi_post_nuovo.ascx" %> <%@ Register TagPrefix="aac" TagName="aspect" Src="~/service/include/aspect.ascx" %> <%@ Register TagPrefix="aac" TagName="adsenseGenerator" Src="~/service/include/adsense_generator.ascx" %> <% 'Il controllo per il paging correntemente Ŕ registrato qua e lÓ, ma andrebbe 'eliminato da tutte le parti e messo qui '<'%@ Register TagPrefix="aac" TagName="paging" Src="~/service/include/paging.ascx" %'> %> Romanzo breve | ARCADIACLUB.COM <% sez_id = 4 immm = "articoli" categoria = 6 #CONST aspect_asp = 0 forum_id_asp = "17" sc_asp = 1 %> <%-- --%> ´╗┐
Articolo
 
´╗┐
<% IF NOT PaginaAAC.NOTITA THEN %> Ingrandisci testo | Stampa testo | Invia ad un amico | Inserisci commento <%End If%>


Articoli Seduzione
Romanzo breve




Romanzo breve

<% 'ADV_ORGANIZER 1.0 | formato, categoria, base, altezza, unico, disposizione, voto, dove, numero,tipo,refresh,output response.write(organize_adv(0,categoria,120,240,117,,10,,1,1,1,)) %>


 Romanzo breve


"Marta scese gi¨ in mezzo ai bracconieri, che percorrevano a pesanti balzi il viottolo". Un'umiditÓ gelata le stava addosso, c'era nebbia e silenzio, Un silenzio soffocante, che pesava intorno sulla quiete. Avvicinandosi a Mead, riprese un discorso interrotto anni prima. "Lo vedi, noi camminiamo su quel muro, ma per la nebbia non vediamo a un palmo e ci urlano: stai attento, da una parte c'Ŕ il vuoto e dall'altra sei salvo. Ma non sai quale sia la parte. Eppure sei libero di scegliere: o a destra o a sinistra. Sei libero di scegliere o il morire o il salvarti: il muro finisce tra non molto. Si gela, vedi, Ŕ giÓ difficile starci in equilibrio, Ŕ giÓ difficile muovere le mani, la pelle Ŕ tesa, raggrinzita, giÓ decarnificata; le gambe ti paralizzano, non reggeranno a lungo. " Si volt˛ verso Mead, cercandogli sulla bocca una parola. Mead rallent˛, per un attimo la guard˛ negli occhi, senza alcuna espressione. Come se le cose dette non lo toccassero in nessun modo. E, senza parlare, tir˛ via pi¨ svelto. Qualche sparo. La nebbia calava visibilmente verso la valle, ad infittirne l'oscuritÓ.

<%'ADV_ORGANIZER 1.0 | formato, categoria, base, altezza, unico, disposizione, voto, dove, numero,tipo,refresh,output response.write(organize_adv(0,categoria,468,60,176,,9,,1,1,1,)) %> Improvvisamente Marta lo vide tradire lo sguardo dell'animale braccato, che si nasconde la ferita.

 

<% dim autore_file as string = "Giancarla Vietti" %> ´╗┐<% author.Autore = autore_file %>

 
´╗┐