<%@ Page Language="VB" ResponseEncoding="iso-8859-1" Inherits="AACPage" %> <%@ import Namespace="System.Data" %> <%@ import Namespace="System.Data.Oledb" %> <%@ import Namespace="System.Data.ODBC" %> <%@ Register TagPrefix="aac" TagName="header" Src="~/header.ascx" %> <%@ Register TagPrefix="aac" TagName="footer" Src="~/footer.ascx" %> <%@ Register TagPrefix="aac" TagName="telaioHeader" Src="~/service/include/telaio_header.ascx" %> <%@ Register TagPrefix="aac" TagName="telaioFooter" Src="~/service/include/telaio_footer.ascx" %> <%@ Register TagPrefix="aac" TagName="autoreFile" Src="~/service/include/autore_file.ascx" %> <%@ Register TagPrefix="aac" TagName="aggiornamenti" Src="~/service/include/aggiornamenti.ascx" %> <%@ Register TagPrefix="aac" TagName="ultimiPost" Src="~/forum/inc_ultimi_post.ascx" %> <%@ Register TagPrefix="aac" TagName="ultimiPost3" Src="~/forum/inc_ultimi_post_nuovo.ascx" %> <%@ Register TagPrefix="aac" TagName="aspect" Src="~/service/include/aspect.ascx" %> <%@ Register TagPrefix="aac" TagName="adsenseGenerator" Src="~/service/include/adsense_generator.ascx" %> <% 'Il controllo per il paging correntemente è registrato qua e là, ma andrebbe 'eliminato da tutte le parti e messo qui '<'%@ Register TagPrefix="aac" TagName="paging" Src="~/service/include/paging.ascx" %'> %> Disegnare glutei femminili | ARCADIACLUB.COM <% sez_id = 21 immm = "manga" categoria = 7 #CONST aspect_asp = 0 forum_id_asp = "34" sc_asp = 1 %> <%-- --%> 
Imparare a disegnare manga
 

<% IF NOT PaginaAAC.NOTITA THEN %> Ingrandisci testo | Stampa testo | Invia ad un amico | Inserisci commento <%End If%>


Articoli Disegnare glutei femminili di fronte


<% 'ADV_ORGANIZER 1.0 | formato, categoria, base, altezza, unico, disposizione, voto, dove, numero,tipo,refresh,output response.write(organize_adv(0,categoria,336,280,,,10,,1,1,1,)) %>

Il "sedere" di una donna/ragazza

I glutei rientrano in quella categoria di parti del corpo che possono assumere forme/tratti differenti (a seconda di tensione dei muscoli, stazza e inquadratura del soggetto); nel disegnarlo andiamo quindi incontro a parecchie difficoltà come: la necessità di sintesi, di descrizione di un volume affascinante e di continuità con addome e gambe. In questo tutorial vedremo come ottenere un buon risultato.

Tutorial sul disegno manga


Disegnare glutei femminili di fronte - Figura 1

<% 'ADV_ORGANIZER 1.0 | formato, categoria, base, altezza, unico, disposizione, voto, dove, numero,tipo,refresh,output response.write(organize_adv(0,categoria,120,240,215,,9,,1,1,1,)) %>

FIGURA 1

 Immagini di esempio

1) il nostro obiettivo è disegnare frontalmente i glutei di una donna "in forma", di una ragazza "magra" e di una donna "grassa"; partiamo come di consueto disegnando il nostro "scheletro tecnico" (fig.1 in grigio);

2) per disegnare nel modo giusto un "sedere" formoso è di vitale importanza tracciare efficaci linee di contorno per fianchi, inforcatura e gambe (fig.1):

  • tracciamo un addome contenuto ma che si allarghi dolcemente e sinuosamente;
  • consideriamo sempre lo spazio orizzontale che intercorre tra le due gambe (fig.1 in giallo);
  • la massima ampiezza di glutei e gambe sta più in basso dei genitali (fig.1 in rosso);
  • lo spessore rosso in figura 1, spostato più in basso dà deformità, più in alto "cellulite";

3) verifichiamo ora l'esattezza delle proporzioni della nostra ragazza: non deve avere adipe in eccesso, fianchi larghi ma nemmeno essere esageratamente magra, tentiamo di dare un volume netto e definito; volendo possiamo accennare i glutei con due ellissi a matita leggera (fig.1 in viola);


Disegnare glutei femminili di fronte - Figura 2

FIGURA 2

 Immagini di esempio

4) ora viene la parte più difficile, aiutandoci con le due ellissi dobbiamo tracciare le curve dei glutei:

  • disegniamo le "chiappe" con delle "L" (appoggiate l'una all'altra) arrotondate e inclinate;
  • sottintendiamo una lieve continuità verso il basso (le pieghe che separano glutei e gambe);
  • nella parte superiore chiudiamo il "sedere" con una specie di "gabbiano stilizzato";
  • tra il "gabbiano" e la linea che separa i glutei lasciamo uno spazio bianco;
  • ricordiamo di fare in modo che si intraveda una parte di genitali tra i due glutei;
  • se il personaggio è in piedi non prolunghiamo in orizzontale la "L" oltre metà coscia;
  • la gamba deve essere sempre e comunque più stretta dei glutei;

5) in figura 3 vediamo poi due personaggi contrapposti, una ragazza e una donna "obesa", le differenze sono lampanti:

  • la ragazza è meno sviluppata, ha linee meno sinuose e più "rigide" della donna normale (fig.2);
  • la donna grassa è più "compressa" e ha linee simili a quella normale ma più ampie in larghezza;
  • il sedere della donna grassa è enorme e piatto, quello della ragazza più "sodo" ma più piccolo;
  • anche la linea che separa i glutei è diversa, la prima è lunga e chiusa, la seconda più corta;


Disegnare glutei femminili di fronte - Figura 3

FIGURA 3

 Immagini di esempio

6) ottenuta la giusta tridimensionalità già con le nostre linee, è di gradissimo aiuto applicare ombre e luci alla composizione (per chiudere ad esempio i glutei a ellisse e dar loro la giusta profondità/continuità con le gambe);

7) concludiamo il tutorial con alcune variazioni sul tema:

  • ad un'atleta/guerriera si può dar tono con righe verticali in prossimità delle linee di contorno dei glutei;
  • a seconda della gamba su cui si pesa il soggetto una chiappa andrà verso l'ato e l'altra verso il basso;
  • il segno simile ad un "gabbiano stilizzato" può avere a piacere le "ali" separate da uno spazio oppure no;
  • nei glutei in tensione la "L" arrotondata diventa più simile ad una "V" con la punta verso il centro-basso;
  • in un "sedere" di una donna obesa è possibile aumentare le pieghe e/o accennare un po' di cellulite;
  • le pieghe scompaiono nel momento in cui il corpo si piega in avanti e i muscoli dei glutei si allungano;
  • per la "chiappa" esistono altre possibili forme alternative alla "L" arrotondata come una "C" molto ampia;
  • più diamo rigidità alla "L" dei glutei più il sedere risulterà piatto, più la addolciamo "L" più risulterà sodo;
  • stiamo attenti alla gravità, anche il muscolo più sodo, soprattutto se non è in tensione, ne è vittima.

<% dim autore_file as string = "aFiGoZ" %> <% author.Autore = autore_file %>