ArcadiA Club
ArcadiA Club


AAC FORUM     AAC News     AAC Box    



Home Page   Home Page
manga.htm   Manga Draw - FORUM sezione  Vai al FORUM
 
Username:
Password:
Iscriviti!  |  Recupero password



Iscriviti GRATIS, potrai navigare senza questa
fascia e accedere a contenuti esclusivi:

    E-Mail:

Password:



 

Imparare a disegnare manga
 
Ingrandisci testo | Stampa testo | Invia ad un amico | Inserisci commento


Articoli Spunti: animare un personaggio



Animazione di un soggetto

Creare un'animazione è un'operazione che trascende il comune disegno statico per approdare ad una dimensione più vasta e variegata: quella dell'illusione del movimento. Alla base di questa tecnica sta la rapida successione in sequenza di disegni (frame) che con piccole variazioni descrivono una data azione; perchè il risultato sia credibile ciò che viene esposto deve dimostrarsi convincente...

Tutorial sul disegno manga


Spunti: animare un personaggio - Figura 1




FIGURA 1

 Immagini di esempio

1) contrariamente alla staticità di in un fumetto, l'animazione di un personaggio deve tener conto di parecchi fattori in più; i vantaggi stanno nel poter soprassedere ad una certa "carenza" della qualità del disegno e di poter contare su: movimento, camera, musica, suoni, doppiaggio (ecc.) come straordinari strumenti espressivi;

2) partiamo quindi da alcune nozioni base/generali:

  • per mostrare un'azione scegliere sempre la posa e l'inquadratura più significativa/descrittiva;
  • in un'animazione non è mai il singolo frame ad essere importante ma l'insieme di "omogenea" qualità;
  • decidiamo a blocchi da dove partire per arrivare dove e man mano vediamo cosa sta nel mezzo;
  • per dare credibilità, anche in un'inquadratura statica, la scena non deve essere del tutto immobile;
  • spesso diverse azioni si devono sovrapporre ma non sempre con lo stesso timing (durata/velocità);
  • il timing di un'animazione è una delle componenti più importanti per dare realismo alla scena;
  • movimento vuol dire espressività in più che non può nascere da un modello statico, sfruttiamolo;
  • un'azione è data da effetto e causa, se una delle due non è credibile non lo sarà nemmeno la scena;


Spunti: animare un personaggio - Figura 2

FIGURA 2

 Immagini di esempio

3) detto questo, passiamo ad analizzare l'animazione dei personaggi, ecco alcuni (dei tanti possibili) spunti su cui riflettere per ottenere un'animazione di qualità:

  • una buona animazione (come un buon fumetto) enfatizza i gesti comuni dando espressività;
  • anticipiamo l'azione da descrivere un con un leggero movimento nella direzione opposta;
  • vestiti, grasso, capelli (ecc.) si possono muovere asincronamente rispetto al resto del soggetto;
  • vestiti (ecc.) si muovono a seconda dei casi in direzione del soggetto o in direzione contraria;
  • per dare credibilità ad un personaggio stabiliamone il baricentro equilibrandolo di conseguenza;
  • animiamo in modo diverso soggetti sottoposti a "forze" (es. zaino pesante, forte vento, ecc.);
  • occorre muovere il soggetto nello spazio prospettico e girargli attorno con più e più inquadrature;
  • gli occhi devono sempre guardare in direzione dell'interlocutore o dell'oggetto del loro interesse;
  • mani, viso e spalle danno espressività, usiamoli e se possibile non copriamoli durante l'azione;
  • all'interno del viso usiamo con efficacia occhi, sopracciglia e bocca per definire gli stati d'animo;
  • tutto il corpo deve esprimere l'azione, cerchiamo sempre di coinvolgere più muscoli/arti possibili;
  • il personaggio deve essere sempre contestualizzato e collegato allo sfondo in modo credibile;
  • ombre coerenti, piedi/zampe ben appoggiati a terra e connessioni con altri oggetti danno realismo;
  • prima di disegnare posizioniamo delle ellissi definendo un'anteprima delle pose nel frame corrente;
  • usiamo gli sconvolgimenti che un corpo umano può subire (rotazioni, piegamenti, deformazioni, ecc.);
  • concentriamoci sulle mani dandogli volume e prospettiva, avremo notevoli risultati espressivi;


Spunti: animare un personaggio - Figura 3

FIGURA 3

 Immagini di esempio

4) proseguiamo definendo alcuni punti da evitare il più possibile:

  • no alle scelte di comodo (nascondere, escludere o rinunciare a disegnare determinate parti);
  • non sottovalutiamo la connessione (impugnature, intrecci, appoggi, ecc.) con gli oggetti in scena;
  • evitiamo a tutti i costi movimenti/pose rette/rigide, optiamo sempre per mobilità fatta di curve;
  • non abusiamo di pose banali/frontali, se necessarie alteriamole con rotazioni, prospettiva (ecc.);
  • non fermiamo il tratto con l'inquadratura ma prolunghiamolo, avremo una migliore visione d'insieme;
  • mai cercare di animare un personaggio o un oggetto che non si padroneggia/conosce bene;
  • come sempre ciò che è semplice è in genere migliore, evitiamo il superfluo puntando all'essenza;

5) come è ovvio non è possibile pretendere di essere esaustivi in un campo così ampio e complesso, l'importanza di questo tutorial sta nell'indurre a vedere la struttura scenica da statica ad animata attraverso una selezione di punti cardine delle "regole" dell'animazione.

Scritto da:
aFiGoZ


 
 









 
Manga Draw Torna alla sezione Manga Draw
 


Video collegati Visualizza i video di questa pagina
Visualizza video sull'argomento "spunti".
Visualizza video sull'argomento "animare".
Visualizza video sull'argomento "personaggio".
Visualizza video sull'argomento "spunti animare personaggio".


Dì la tua: cosa ne pensi?
Esponi il tuo punto di vista e condividilo con migliaia di persone

Oggetto nuova discussione:


Testo del messaggio:

E-Mail:

Quanto fa più dieci:




 





^ TOP  
Linkaci | Segnala errore | Invita | Stampa


pubblicità | privacy | visione | diritti | ufficio stampa | donazioni | scrivici
© 1999-2017 - P.IVA 02284690035 - Grafica, layout e contenuti sono di esclusiva proprietà di ArcadiA Club.

Powered by:
Spazi pubblicitari di alto livello
 

Compra in un click! | Cerca prodotti in offerta: